Come evitare la stitichezza psico-emotivica

 -Se ti fai un panino mettici pure un filo d’olio.

-Se vuoi dirgli che gli vuoi bene non farlo in chat. Aspetta il momento giusto fino ad esplodere dalla voglia di condividerlo, foss’anche un’attesa di giorni. Poi, senza spostare lo sguardo dai suoi occhi cerca di avere una visione d’insieme del volto per non perderti la reazione che avranno il suo naso, le orecchie, le guance e la fronte. A questo punto tituba a lungo, prendi fiato per dirlo piu’ volte ma poi fermateti all’ultimo momento. Finalmente, stremato dall’emozione, molto intensamente dichiara: “Ti voglio bene” cercando di dirlo con gli occhi, col cuore, la cistifellea e quant’altro, come un tenore che svomitazza la sua canzone in tutte le direzioni. Se avrai fatto tutto con molta partecipazione l’universo vibrera’ piacevolmente per tre o quattro secondi.

-Se devi mangiare una mandorla tostata ricoperta di finissimo cioccolato (a scelta tra fondente o al latte) non darle semplicemente due ciancicate per poi buttarla nello stomaco senza congedartene nella maniera appropriata, prova invece a seguire le seguenti istruzioni. Dopo aver ammirato le scure sfumature della superficie cioccolosa procedi all’oralita’ del tuo spuntino: mentre mastichi lentissimamente apprezzando il cacao che si scioglie come per prepararsi all’affondo dei molari, respira profondamente per amplificare la sensibilita’ delle varie papille gustative ognuna ligiamente devota ad un diverso aroma. Quando e’ il momento giusto regala una lacrima a quella sensazione estatica ed ingoia il tutto strizzando gli occhi.

-Se stai guardando il tramonto non te ne andare appena scompare il sole, aspetta ancora 10 minuti. Quello e’ il momento con i colori piu’ spettacolari.

 

INSOMMA SE HAI UNA FAVA ALMENO UN PICCIONE CERCA DI PRENDERLO! 

 

Nuove dall'ambasciatore Alcatrazziano in Senegal: Enrico.

 

Ciao carissimi. 

E' arrivato il primo carico di 5000 senegalesi per Alcatraz? Ho messo su un fiorente commercio di visti, un po' come faceva l'ambasciata d'Italia, solo che io li vendo a metà prezzo (solo 2500 euri l'uno, un affarone*). Preparate le tende, i pentoloni per il Thieboudien (comprate il riso) e i cessi da campo!

 

 

Ok detto questo qui la situazione va abbastanza bene, mi sono un po' alleggerito nello spirito, ma anche nel corpo perchè mi hanno soffiato il portafoglio (i senegalesi sono mariuoli, all'amico che era con me, Presidente di peace Culture!, Monticelli Rag. Davide, gli hanno fregato la macchina fotografica e 20.000 franchi il giorno dopo) e sto per perdere il lavoro ma comunque NON TORNERO' IN ITALIA se non in vacanza (vengo infatti da fine luglio a metà agosto, potrebbe essere un'occasione per venire ad Alcatraz).

 

Vi mando un po' di foto del mio lavoro di rappresentanza di Alcatraz nel mondo e specificamente in Senegal.

 

Chiudo ricordandovi che sono ormai 26 mesi che non mi mandate lo stipendio e che non sarebbe male se poteste mandarmi 500 - 600 mila euri di acconto, per le piccole spese, che ho i creditori alle porte.

 

Saluti,

ENRICO

 

*vedi articolo http://www.meltingpot.org/articolo13474.html Il funzionario in questione e' stato rimosso dall'incarico.

 

 

24-25 luglio: Primo anniversario dell'indipendenza!

 E' ufficiale!
I festeggiamenti si terranno ad Alcatraz la sera del 24 luglio. Squillino le trombe e strombazzino i telefoni! Preparate il vestito migliore, allenate le ugole, congedate la noia ed avvisate il capoufficio! Stiamo preparando un cenone accompagnato da un dopo cenone da brivido! Tratterremo le risate fino a quel giorno affinche’ lo sghignazzo corale raggiunga con segnale chiaro piu’ stati di quello che fa “Radio Maria”.
L'imbarazzantemente sconcertante programma e' in costruzione grazie alle vostre pazze, svergognate idee.
Finora abbiamo approvato i seguenti ridicolissimi cerimoniali:
 
- se siete d'accordo vorremmo evitare l'uso delle forchette per non offendere le mani.
- Ci daremo una mano: ossia lasceremo le impronte colorate delle nostre mani sui vestiti altrui. Creando in questo modo una nuova linea moda un po' piu' alla mano (scusatemi per questa battuta, se potete).
- Organizzeremo un brindisi online per celebrare la festa anche con chi quel giorno non riesce a raggiungerci ad Alcatraz.
- Gli Akuna Matata, un gruppo di pazzi percussionisti specializzati nel delirio ci aiuteranno a sbatacchiarci da una parte all'altra della palestra a ritmo di samba. 
- ognuno dovrebbe indossare un cappello stradizionale.
- C'era l'idea di insegnarci qualcosa l'un l'altro: "Oppure organizziamo il momento per "l'altro"... dove ogni cittalcatraziano prepara qualcosa per gli alti cittalcatraziani... una lezione di "corretta postura per timbrare", una lezione di "statica della seduta da water", la visione di un quadro, la proiezione di un filmino, la la lallllallallal" (Anomalia)
- "e se... ognuno di noi porta un pezzo di stoffa e poi cuciamo tutto assieme per un’enorme "tovaglia" picnic?" (Anomalia)
 
Intanto Angela, la celestiale cuoca si e’ ritirata in meditazione sull’Aconcagua con dodici capricciosi assaggiatori professionisti da tutto il mondo per riflettere sul paradisiaco menu’.
 
Ovviamente tutto cio' dev'essere approvato da voi. Quindi per favore esprimete il vostro imperativo parere oppure proponete le vostre idee commentando questo post. Poi ci incontreremo tutti in chat il 5 luglio alle 19:00 per tirare le somme.
Al prossimo aggiornamento!!
 
Ps. Se volete sposarvi, assegnarvi un premio alcatrazianobel o dichiarare sguerra questo sara' il contesto adatto.
 
Per le prenotazioni: 0759229914/38/39 info@alcatraz.it
 

 

 

 

Nuove dal ministro del nobile giramondaggio!

 Ciao Presidentessa...

Non mi sono dimenticato della mia libera terra e del mio onere di ministro del libero vagamondare...solo che sono stato un po' incasinato per via di alcune cose che sto organizzando, esposizioni eventi informativi in sicilia e anche un primo piccolo libro, centrato molto sulla foto e sui primi anni del viaggio e i suoi cambiamenti....ed essendo il mio rapporto con la scrittura la tecnologia e l'organizzazione di questi eventi pari a quello che ho da buon siciliano con l'aramaico puoi immaginare..sono completamente esaurito...o poco ci manca!!

Come procede invece la vita nella libera repubblica?? immagino sempre bene e felici e se cosi non fosse fa niente sono momenti del cammino e si superano...anhce quelli fanno parte del tutto e della liberta'.

magari in futuro pensavo di portare l'evento "Peace Zone", cosi si chiama l'esposizione e tutto quello che ne sta nascendo attorno, dalle vostre parti e approfittare cosi per parlarne anche fuori dalla realta' siciliana e condividere uno stile di vita e una visione unica dell'altro e dell'altrove cosi come stiamo facendo in sicilia...

Ovviamente sara' un po' difficile per voi, anche per via del poco tempo, pero' siete tutti invitati il sabato 26 all'inaugurazione, che sara' nel mio paese d'origine, Nicolosi, alle pendici dell'etna!! :-)) magari qualcuno di voi fa un salto da quelle parti per altri motivi e' il benvenuto...

Un  forte abbraccio dal Venezuela, ormai alla fine, e sempre adelante!!


 

ECO-MEDITAZIONE

 Il terremoto, lo tsunami, il vulcano, la primavera fantasma ed ora il diluvio universale.

Non possiamo niente davanti alle irrevocabili decisioni dell’eco-dea, FORSE POTEVAMO.

Innanzitutto e’ necessario ammirare la potenza della natura: nessun esercito, nessuna bomba intelligente, nessuna banca, nessuna precauzione e nessun presidente, che sia altissimo o meno, puo’ nulla contro cio’, assolutamente niente!!

S-T-R-A-O-R-D-I-N-A-R-I-O!!

Dopo questa meditazione occorre farne un’altra. Seguono alcuni spunti di riflessione.

- In Africa le coltivazioni di cotone per le nostre magliette abusano di pesticidi che penetrando nel terreno contaminano le preziosissime falde acquifere.

- I depuratori non sono altro che setacci, tolgono solo i “pezzettoni”. Il resto viene scaricato nei fiumi e nei mari.

- L’inquinamento marino uccide le tartarughe che sono le predatrici naturali delle meduse: per questo ce ne sono sempre di piu’ e le specie tropicali stanno arrivando in tutto il mondo.

- L’inquinamento sta decimando le famiglie di api. Questo ha serie ripercussioni sull’agricoltura: sono loro che impollinando le piante ne permettono la riproduzione.

Cittadini vi prego, agite come se sapeste cosa causano le vostre azioni.

Ed ora meditate sul fatto che l’eco-saggissima ve ne sara’ grata. La natura e’ infinitamente potente e la sua “furia” e’ immensa come le benedizioni che ha in serbo per voi. Un’amica che se lo meritava ha accarezzato un delfino mentre faceva un bagno in mare (e’ verissimo! Mica bruscolini!).

Siate amorevoli e premurosi con la Pacha Mama come lo e’ lei con voi quando aggiunge un profumo diverso ad ogni fiore.

 

LA LIBERA REPUBBLICA DI ALCATRAZ STA PER COMPIERE UN ANNO!

 Celebranti cittadini!

Tra poco piu’ di un mese, ovvero il 25 luglio, che dir si voglia, cade il primo anniversario dell’indipendenza della Libera Repubblica di Alcatraz.

E ovunque cada noi ci saremo!

Ora, come celebrare un anno di poesia commoventemente ridacchiosa?

Come rendere l’idea della gioia di essere Alcatrazziani?

Come condividere un evento cosi’ demenzialmente solenne?

Per il momento abbiamo ottenuto dall’altissimo (Balahegaru, un giocatore di basket Etiope) che il 25 luglio cada di domenica per facilitarvi la partecipazione, inoltre Baly, che ci ha presi in simpatia, ci ha assicurato che il sole fara’ il suo lavoro anche quel giorno e per aiutarci nella riuscita dei festeggiamenti sorgera’ alle 5:36 e tramontera’ alle 20:41 lasciando dietro di se il solito viluppo di colori perfetto ed amabile. Per di piu’, abbiamo predisposto che per quel giorno non ci saranno incursioni di giaguari brasiliani affamati né tantomeno un asteroide infiammato cadra’ al centro della tavola imbandita rovinandoci la festa facendo spruzzare sui nostri raffinati abiti la squisita salsa al limone delle cupole di patate e pesce spada. 

Essendo noi cittadini di una Repubblica vorremmo sentire le vostre idee ed opinioni riguardo al festeggiamento. Mentre a Roma sfilano omini tutti uguali disposti ortogonalmente ed impugnanti cromati attrezzi finalizzati all’odio, noi come vogliamo esprimere il nostro entusiasmo? Quali tradizioni vorremmo sviluppare? Cosa bisognerebbe mangiare? Cosa e’ buon costume dire? Ci si sposa quel giorno? Ci si redime? Ci si fanno gli scherzi? Si mettono le scarpe? Si possono usare le forchette? Come puo’ partecipare chi non riesce ad essere ad Alcatraz per quella data?

Forza, dite la vostra commentando questo articolo. Dai che ci divertiamo come alcatrazzi!

 

MESSAGGIO DALLA DIPRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI

 

Questa mattina i di-presidenti del consiglio: Emiliano Piantagrassa e Arancio Candito (o Arancio Candito e Emiliano Piantagrassa se si preferisce l’ordine alfabetico rispetto a quello di verdezza) dopo aver indossato il completino primaverile si sono riuniti davanti al Tavolo degli Scambi di Vedute, poi si sono alzati e sono usciti in giardino a saltare sul tappeto elastico della loro Gialla Villa di Primavera. Appena raggiunto il giusto livello di fiatone sono rientrati nella Veranda delle Decisioni ed hanno sgranocchiato anacardi e discusso importanti questioni coprendosi la bocca con un tovagliolo. Insomma per farla breve quello che segue sono gli appunti di Luigina la dattilografa.

 

 

-Se non sembri molto vivo

-se ci tieni almeno un po’

-se sai che e’ la cosa giusta

-se il mondo ne ha bisogno

-se hai perso troppo tempo

-se ti stanno aspettando

-se hai bisogno che te lo dica qualcun altro

-se devi andare in bagno

ALZATI E CAMMINA!

E non fare quella faccia!

 

SI RICHIEDE PRIMAVERILE CONTATTO CON LA NATURA

Campestri cittadini!

Con l’avvento della primavera le giornate si fanno piu’ lunghe, tiepide ed ammiccanti, gli uccellini diretti in Lapponia fanno cinguettante scalo da noi e le lucertole sono ancora abbastanza lente da lasciarsi ammirare sfoggiando diverse tonalita’ di verde metallico nuovo di zecca. I fiori dopo aver indossato i loro petali piu’ belli spingono con tutta la forza dei loro stami per scorreggiare profumi inebrianti e paradisiaci in barba a tutta l’aromaterapia imbottigliata e inscaffalata. Nello stesso tempo gli insetti a strisce colorate sono appena svegli e troppo emozionati per pungere. Le nuvole bianchissime pendono nel cielo azzurrissimo fino ad infiammarsi rosse d’amore per il sole che scappa imbarazzato dall’altra parte del mondo.
Amabile cittadino, perche’ mentre la natura ce la mette tutta per farti dimenticare le tragedie dell’inverno sfoggiando le bellezze piu’ sensuali dell’universo tu te ne freghi e stai davanti allo schermo ad aspettare una virtuale bandierina rossa?
Ma insomma! Che figura da ingrato ci fai con la signora Primavera?!
Questo e’ il nostro consiglio statal-ufficiale:
Accompagna qualcuno che ti fa emozionare al mare un’ora prima del tramonto e racconta di come hai sciolto la madreperla per stendere sull’acqua quel tappeto di luce che arriva al sole. Poi sposta la sua attenzione sui gabbiani che volano in cerchio e che con l’inclinazione giusta riflettono i colori del tramonto sulla pancia e poi svela a quella persona che anche il suo viso e’ rosa madreperla come i gabbiani perche’ riflette la luce delle nuvole.
La primavera ha una notifica per te!