Seminolate: Esplosione creativa nella Libera Repubblica di Alcatraz

Qui trovate tutte le dirette dell'11-14 novembre. 

L’inimmaginabile si è realizzato ancora! Cose da Alcatraz… Lo sappiamo bene che è un bel posto, ma tutte le volte ci stupiamo come fosse la prima. E chi se sarebbe aspettato che cantautori, baristi, pittori, ingegneri, musicisti, disadattati, premi nobel e ippopotami variopinti potessero collaborare in modo cosi’ insperatamente naturale: creare, mangiare, ridere, abbracciarsi, cantare e rilassarsi in acqua calda in piena armonia. Solo oggi, a freddo, mi sono accorta che non c’e’ stata un minimo di competizione! Questo significa che in quei giorni quella brutta inimicatrice non ci è passata neppure per l’anticamera del cervello. Cose da Alcatraz… Tutti e dico tutti (e se volete, lo ripeto pure qui tra parentesi: TUTTI) hanno contribuito, anzi cosa dico, sono stati fondamentali per la riuscita di quest’anteprima di paradiso tra le rosse colline umbre. Ognuno ha combinato il meglio della propria arte con grosse dosi di empatia, umiltà e coinvolgimento. Un equilibrio perfetto ci ha reso tutti uguali. 

Il risultato è: un teatrino di marionette con sceneggiatura pronta, quattro monologhi teatrali, un numero indefinito di canzoni e ballate, una storia a fumetti, un cartone animato, un documentario storico, un romanzo e diverse ricostruzioni culturali. Il tutto di una qualità indiscutibile e rigorosamente inerente alla stupenda vicenda Seminole.

E non è finita, i laboratori sono ancora attivi e tutti possiamo partecipare.

Vedere compiersi  in due giorni tanti progetti che sembravano irrealizzabili fa crescere la speranza di migliorare le cose!

Intanto il cielo clemente ci ha preservato dalle intemperie regalandoci miti brezze autunnali che accompagnavano il nostro sguardo a riposare lungo il perimetro delle colline gialle e rosse che imitano i notturni bivacchi Seminole. Ops, mi è scappata la poesia.

 

ECOFESTA IN COLLEGAMENTO WEB CON FUORI ORARIO di Reggio Emilia.

festa delle ecotecnologie Fuori Orario e Alcatraz

 

 

 

10 novembre 2010, ad Alcatraz

 

Ci saranno Dario Fo, Jacopo Fo e Giovanni Cimini presidente di Western CO.

Puoi venire di persona (e sara' pazzesco) oppure collaborare via web. E' una festa multimediale in diretta e creeremo opere multimediali collettive.  

C’e' la possibilita' di collaborare con video, immagini e macchine, alla creazione della festa ecotecnologica. Invenzioni pazzesche e diretta tv tra Alcatraz e Fuori Orario. 

Ti basta un cellulare per collegarti al piu' grande evento ambientale del nuovo millennio.

Ci raduniamo in due orde, una al Fuori Orario e una ad Alcatraz, cioe' fisicamente alcune delle persone piu' fantasiose del pianeta convergono sui due obiettivi. E inoltre raggruppiamo le migliori invenzioni vere e le migliori assurde. Presentiamo in prima mondiale nella nostra serata il nuovo mulino a vento “a fungo” (ESISTE VERAMENTE ma non e' allucinogeno), e il raccoglitore di scoregge (dotato di ventose da sedere, tubi e compressore) che permette di sottoscrivere una scoreggia e ottenere in cambio l’accensione gratuita di una sigaretta.

 

per maggiori informazioni clicca qui

Emergenza scorregge solari!

scoreggia solareSensibili cittadini!

Tra una settimana esatta, ovvero per domenica sette novembre, e' prevista una scorreggia solare che fara' incacchiare tutti gli acari. Di conseguenza la nottata sara' terribile per tutti quelli che dormono su un qualsiasi materasso e non hanno comprato Vaporik.

Ma allora noi che ci stiamo a fare? Ringraziando il cielo abbiamo importanti conoscenze lassu' che ci hanno avvisati dell'incombente incombenza ed e' per questo che domenica sette alle 16:00 ci riuniremo nelle piazze a coccolare i nostri colleghi esseri umani!

Per quanto riguarda l'alcatrazianita' romana ci incontreremo a piazza Navona, alla fontana dei quattro fiumi.

Ora, come agire?

Ogni suggerimento e' benvenuto. Personalmente ho immaginato un tunnel di coccole infinito che gira tutto intorno alla piazza... Sarebbe anche carino che ogni alcatrazziano scegliesse la propria specialita' (abbracciare, massaggiare, fare complimenti, dare consigli...) e si appendesse al collo un cartello con scritto ad esempio: COMPLIMENTI GRATIS. E poi ci mettiamo li e giu' coccole di brutto!

Che ne pensate?

Per metterci d'accordo scrivete a info@repubblicadialcatraz.com o commentate questo articolo.

E' anche una bella occasione per vederci in viso, rincontrarci, scambiarci novita' in campo di barzellette, sorriderci e divertirci!

Trattato di Mutuo Riconoscimento, tra la Repubblica di Lostisland e la Libera Repubblica di Alcatraz

bandiera lostislandBy this act, the Free Republic of Alcatraz officially recognizes the independence and sovereignty of the Republic of Lostisland. We witness our respect to the Republic of Lostisland and it's citizens. We hope for eternal friendship between our nations.

http://republicoflostisland.com/

 

Dispaccio urgente per la Presidenza della Libera Repubblica di Alcatraz.

In seguito al protratto mancato pagamento di una serie considerevole di fatture, ingiunzioni e cambiali, l'Ambasciatore della Libera Repubblica di Alcatraz in Senegal è stato rintracciato dai creditori che l'hanno reso vittima di un grave incidente diplomatico con prognosi di giorni 20 (vedere foto). Si richiede pertanto di utilizzare il surplus energetico della Repubblica per finanziare le modiche spesucce di rappresentanza dell'Ambasciatore, ammontanti a un paio di milioni di euri salvo interessi, come già richiesto in tutti i precedenti dispacci. Si segnala la massima urgenza della richiesta poichè la controparte nazionale ha promesso di tornare ad occuparsi dell'altra gamba in caso di mancato pagamento entro giorni 7, il che rischia di compromettere definitivamente le già fragili relazioni bilaterali.

 

L'ambasciatore a Dakar

Enrico Muratore

 

Trattato di Mutuo Riconoscimento ed Amicizia, tra la Repubblica Democratica di Vitla e la Libera Repubblica di Alcatraz

La Repubblica Democratica di Vitla e la Libera Repubblica di Alcatraz mediante i loro delegati, Pietro Cacciatore e Vania, stilano il seguente trattato, riconoscendone la validità in nome dei rapporti di Mutuo Riconoscimento ed Amicizia tra i due sopraccitati Stati.


Articolo 1
La Libera Repubblica di Alcatraz nella persona del suo delegato, Vania, e la Repubblica Democratica di Vitla, nella persona del Ministro degli Affari Esteri, Pietro Cacciatore, mediante la stesura di questo trattato sanciscono la nascita di un reciproco Mutuo Riconoscimento ed una Reciproca Amicizia, si riconoscono come Micronazioni Pacifiche, Amiche, Libere, Sovrane ed Indipendenti.

Articolo 2
Le Micronazioni si impegnano a riconoscersi come tali, nell'indipendnza virtuale o fisica e nell'autodeterminazione dei popoli sanciscono questo trattato.

Articolo 3
I due stati contraenti si impegnano a rispettare, senza intromissioni, le Istituzioni, le Leggi, le parti prese e le Cittadinanze di entrambi gli stati firmatari e dei suoi cittadini.
I cittadini della Libera Repubblica di Alcatraz e della Repubblica Democratica di Vitla avranno libero accesso alle opportune sedi delle Micronazioni firmatarie.

Articolo 4
I due Stati si impegnano ad aprire reciprocamente un’ambasciata nei loro spazi web e/o uffici fisici in caso di rivendicazione territoriale. I due Stati sono obbligati a pubblicare il Trattato nei loro spazi virtuali o fisici. I due Stati sono tenuti a comunicare un Ambasciatore rappresentante dello Stato. Articolo 5
I due Stati si impegneranno a collaborare in campo Culturale, avvisando con i mezzi che essi credono, attraverso le attività Culturali dei rispettivi Stati.
Articolo 6
Il presente Trattato di Mutuo Riconoscimento ed Amicizia può essere modificato, rivisto, ampliato e abrogato con il consenso di entrambe le parti.

Libera Repubblica di Alcatraz:

Vania Di Febo, Presidente della Libera Repubblica di Alcatraz

Repubblica Democratica di Vitla:

FGB, Presidente della Repubblica
Emoned, Primo Ministro

 

La Repubblica di Vitla fonda un Giornale

COMUNICAZIONE UFFICIALE DALLA REPUBBLICA DI VITLA 

 

 

Carissimi Amici in Vitla è nato un nuovo Giornale.

Il nuovo giornale  è stato inserito nella home page di MicroWiki.
Questo giornale è aperto a qualunque collaborazione, anche occasionale, il nostro punto di vista sarà il più obiettivo possibile e quando non lo sarà verrà chiarita in anticipo la natura dell'articolo.
In questo momento il giornale cerca:
- giornalisti - per raccontare fatti, fare approfondimenti o proporre editoriali;
- uno (o più) vignettisti - perché l'intento è quello di essere anche dissacranti;
- un narratore - qualcuno che abbia una storia, anche di poche parole, da poter pubblicare;
- un grafico - per avere un impatto d'immagine anche migliore. l'impostazione attuale è molto minimale.

Gli articoli li potete inviare tranquillamente alla mia mail e io li manderò al direttore del giornale.

Pietro Cacciatore

 

Incontro con Billy, l'alligator wrestler

 Come quasi tutti I Seminole, anche Billy Walker ha le mani piccole, le sue pero’ sono muscolosissime, piene di cicatrici e tatuate. Hai presente il muscolo tra pollice ed indice? Ecco, il suo e’ grande come un mandarino. Infatti, lui ci cattura gli alligatori selvatici dell’inospitale swamp con quelle manine. Nonostante mi sforzi per trovare la giusta parola che lo descriva fisicamente nell’insieme, mi viene solo da dire che e’ una vera bestia. Le gambe ed i piedi sono magri, muscolosi e proporzionati, tanto che sembrano appartenere ad una persona normale, pero’ non usando mai le scarpe, ha i piedi cingolati. Lui con quei piedini ci cammina nella sawgrass, l’erba che tagliava le scarpe dei soldati americani. Non so se rendo. Il busto e’ lungo, largo, grasso e muscoloso, le braccia sono segnate dai morsi degli alligatori e dai graffi dei riti di purificazione. Ci ha spiegato che in base alla quantita’ di sangue che versa sulla terra graffiandosi durante la green corn dance potra’ cacciare piu’ o meno animali, mantenendo cosi’ l’equilibrio con la natura. Non vuole assolutamente indisporla.

All’interno di questa massa nerboruta ci sono un cuore d’oro e una mente raffinatissima.

Siccome non vuole che la sua gente s’ammali di diabete e ipertensione mangiando le schifezze che compra al supermercato, lui va nella foresta a cacciare i cervi con arco e frecce (sua nonna gli ha detto di usare il meno possibile la polvere da sparo perche’ fa impazzire). Poi pulisce l’animale da solo infilando il pugno tra la carne e la pelliccia e lo porta ai suoi perche’ lo cucinino. Ne usa ogni parte facendo attenzione che non ne venga sprecato niente: carne, ossa, tendini e denti. Ogni parte e’ impiegata in qualcosa di utile. Alla faccia degli animalisti vegetariani contrari alla caccia che mangiano uova di galline sventurate e carcerate.

E per finire Billy studia per diventare uno sciamano, conosce i canti che ricuciono le ossa, chiudono le ferite e scacciano gli incubi.

SOGNI D’ORO CITTADINI!