Discorso Presidemenziale

Cittadine e cittadini!

Siamo finalmente pronti a salpare nel tumultuoso mare della riforma e dell'innovazione! Mi impegnerò a realizzare nella mia persona  il vero presidente operaio, chi mi conosce sa bene di cosa sono capace con la pezzetta in mano! Mi occuperò io di lavare i piatti ed i pavimenti (ovviamente con prodotti ecologici e profumati che si possono mettere anche sulla bruschetta) e disinfetterò con cura il copriwater del bagno di sotto e del bagno di sopra!
Chiedetemi qualsiasi cosa! Volete dimagrire? Bhè, fate pure! Non vi fermerà nessuno! Volete vincere al Superenalotto? Ecco che anche questo potete farlo se volete! Volete volare? Bene! Noi costruiremo il primo volatoio nazionale!

Insomma, sarà una VERA libera repubblica! Decideremo insieme quante domeniche avere per ogni lunedì, quanti capodanni festeggiare e quanti lugli e quante primavere avere ogni anno. Tutti avranno finalmente il proprio onomastico (persino io e Glenda) ed il proprio premio nobel da celebrare.

Intanto, però, ci sono un paio di questioni da terminare:

  1. La bandiera della repubblica: sembra che alla maggioranza di voi piaccia così com'è. La confermiamo così piena di triangolini colorati che rimandano a infiniti simboli ancestrali magici e fortunati?
  2. La costituzione: vi piace così com'è? Volete aggiungere qualcosa? Volete togliere qualcosa?
  3. Il 2 ottobre è la giornata mondiale della solidarietà. Cosa possiamo inventarci? Vi piace l'idea di pubblicare un biscione di racconti vostri di esperienze di solidarietà come ad esempio di volontariato? Oppure vogliamo scendere in piazza a regalare massaggini sulle spalle e poi pubblicare le foto sul sito?

Questo è quanto per il momento,

con gioia e ardore,

la Presidenta Vania.