Festa d'Indipendenza

 Indipendenti cittadini!

non il solito pane...La festa d’indipendenza e’ stata un rincorrersi di colpi di scena, un’orgia di battute esilaranti e un azzuffarsi di lampi di genio!Alla fine le lucciole ci hanno ringraziati per l’ottima compagnia.

Oltre al primo anniversario d’indipendenza abbiamo anche festeggiato numerosissimi non compleanni, tre colpi di fulmine, molte digestioni ultimate e diversi cambiamenti di opinione.

il tunnel di coccole...Un’avventurosissima caccia al tesoro ci ha condotti nella paradisiaca valle piscinata e chi se l’e’ veramente goduta arrivando ultimo ha vinto il primo premio! Un tunnel di coccole…

Lì uno squadrone di cherubini sotto la direzione di Angela ci hanno sfamati con amorevole maestria fornendoci le energie necessarie per i balli scatenati al ritmo tamburato della tribu’ delle scimmie. Il dragone che giaceva sul fondo della piscina si e’ svegliato per ballare con noi e tutto bagnato ha pure preso freddo.

gli akuna matata!Alcuni di noi sono stati multati per danze aritmiche e pararidicole, altri per risate inadeguate. Noi non temiamo nulla! A costo di salvare il mondo siamo pronti a tutto!

Grazie a chi c’era fisicamente e spiritualmente: essere alcatrazziani e’ fantasticooooooooo!

 

 

Detto in Anomale parole:

Salve!

io c'ero!...

ho visto cacciatori di tesori

e accoglimucche di meargenti

affannarsi alla calma del cercare e godere

dell'esserci con chi c'era

e dell'attendersi nella tappa

ho visto

uomini e donne uscire dal tunnel

di coccole e volerci rientrare

e siamo stati colti da improvvisi scroscianti

applausi... e ce li siamo goduti!

ho sentito

gustare cibi idilliaci

e tintillinare le papille gustative

alle volte sopite

e ho udito il risveglio dei sensi

e ho visto l'illuminarsi di insensate idee

mentre si faceva buoi

presso l'acqua

il fuoco cantava

la melodia delle

griglie magistralmente suonate

che accoglievano bocche in ascolto

ho visto e udito

il visionario in giacca

la presitanta discollata

i ministri impomodorati

e la regina intortata

dare lustro alla serata

lu "stro" (essere non ben indentificato)

è statto ben accolto da ser "Ata"

amazzone grigia delle ore dopo il tramonto

e dopo aver impennato il destriero

e cavalcato il sinistriero

scorazzare felice

con carozze ambodestre

farcite di salse

e tappeti volanti tombolasinistri

liberati dai colli di bottiglie

per dar fluire alle libagioni

che presto hanno conquistato il campo

ho visto sorrisi

illuminare la luna più del sole

ho visto la luna venirci a trovare

fra primati ritmi akunamatatici

e danze di fuoco

ho udito il ritmo dei tamburi

il passo dell'andare del battito allegro

il gesto preciso di chi sa giocare

la leggerezza di chi sa provare

e nulla poteva essere come prima

ed ho visto

gli alberi scambiarsi le foglie

e cambiare ramo delle loro attività

le piante dei piedi non avere più radici

e muoversi libere

le colline cantare tenendosi per mano

Dunzetil, un essere acqueo,

sorgere della piscina e innalzarsi

e danzare spargendo rugiada e trifogli

per unirsi infine alla luna

l'universo ancora scosso si domanda come potrà contenere tanta "leggerezza!".

p.s. a voi che pensate di non esserci stati

voi c'eravate!

p.p.s. e poi dopo aver visto tutto questo mi sono svegliato e mi hanno raccontato quello che è veramente accaduto!... ed era BELLISSIMO!

 

Da Anomalia